Donne forti

Quando una donna è forte?

Quando sa portare avanti con coraggio le proprie responsabilità. Quando comprende di avere sufficiente energia per affrontare tutte le difficoltà. Quando è all’altezza della situazione e quando sa dare i giusti consigli. Ma anche quando sa mettere in fila i molteplici incarichi, senza perdere mai la lucidità del momento.

Nella Bibbia si legge: “Una donna forte chi potrà trovarla? Ben superiore alle perle è il suo valore” (proverbi 31,10). Ma cosa s’intende veramente per forte? Non potrebbe invece essere la capacità di far vedere e mostrare la propria fragilità senza timore? senza per questo soccombere al peso dei giudizi e delle aspettative altrui? dove le proprie lacrime e il pianto dell’altro diventano sorgente di nuova nascita? Mettendo in luce quel lato femminile di Dio che è la misericordia, in ebraico espresso dai termini “racham rachanim” per indicare proprio il grembo materno (utero) e le viscere interne. Quel particolare atteggiamento dell’anima che conduce infatti a guardare la realtà in profondità, con com-passione per arrivare a comprendere qual è il vero bene. In effetti fare esperienza della propria debolezza e condividerla porta spesso l’interlocutore ad aprirsi nella verità, senza maschere. Permette alle relazioni di essere più autentiche e per dirla con san Paolo è: infatti quando sono debole, è allora che sono forte.

Gloria Mari